ATTIVITA' di Raccolta Fondi

Trasforma il Tuo Usato in Acqua NEW!

ATTIVITA' SOCIALE

Progetti umanitari

Riforestazione

ATTIVITA' SPIRITUALI

Restauro di Templi e monasteri

Chi siamo

"Dawa" nasce nel gennaio 2007 per l'iniziativa di un gruppo di persone, residenti in varie città d'Italia ed unite dal desiderio di garantire un sostegno concreto alla popolazione tibetana.

A differenza di altre organizzazioni "non profit" o ONLUS che si sono costituite in Occidente per portare aiuto ai profughi tibetani, Dawa mette le sue risorse al servizio dei tibetani che sono rimasti in Tibet.

In particolare l'associazione si rivolge all'area del Kham (Tibet dell'Est), in cui si trovano popolazioni nomadi, villaggi e comunità monastiche.

In quest'area, che versa attualmente in condizioni di grande arretratezza socio economica, si rende ora necessaria un'importante opera di aiuto sociale, di alfabetizzazione, oltre che di preservazione e trasmissione della tradizione culturale e spirituale originaria del Tibet.

Come tradizione in questi luoghi, tale opera è portata avanti da alcuni Lama (in tibetano, insegnante) che sono responsabili di monasteri, cui fa riferimento un elevato numero di monaci e monache.
Nel proposito di agire nel modo meno invasivo, e più rispettoso possibile delle tradizioni presenti, Dawa ha individuato in queste personalità gli interlocutori migliori per un’opera capillare ed efficace, che sia davvero capace di inserirsi in modo armonioso nella vita economica e culturale del paese. Questi Maestri si adoperano non solo per garantire gli studi, il vitto e l'alloggio a migliaia di monaci e monache, ma si rivolgono con totale dedizione ad affrontare e risolvere i numerosi problemi degli abitanti di questa regione.

Per quanto riguarda la situazione presente, la popolazione vive in condizioni alquanto primitive e disagiate: le donne partoriscono ancora nelle stalle (con un tasso di mortalità durante il parto pari a quello della Nigeria, cioè il più alto al mondo) ed i bambini non vanno a scuola (tasso di alfabetizzazione vicino allo zero).

Questi Lama, personalità di elevata realizzazione spirituale, stanno realizzando piccole cliniche in cui le donne possano partorire abbattendo il margine di rischio; organizzano visite capillari nei villaggi e fra i clan nomadi, per insegnare le norme igieniche più elementari, come l'uso di acqua e sapone, lavare i capelli, e così via; promuovono (e finanziano) la costruzione di scuole, e si attivano personalmente per convincere la popolazione dei villaggi a far studiare i figli, comprese le femmine (e questa è già una "rivoluzione culturale"...); istituiscono programmi per portare sostegno materiale (cominciando dal cibo) alle regioni più povere; si prendono cura degli anziani, ospitandoli in apposite strutture di nuova creazione; promuovono la creazione di ospedali, in zone dove le più primitive forme di assistenza sanitaria distano normalmente diversi giorni di avventuroso viaggio.

A queste problematiche di ordine sanitario e sociale, si aggiunge il grande tema dell'ambiente, gravemente danneggiato ed alterato nei suoi equilibri, a causa di una massiccia deforestazione. I Maestri e gli operatori con cui Dawa collabora, hanno pianificato e iniziato un intervento coordinato di riforestazione. Più di 1.000 alberi sono stati piantati con successo nel 2003, con il contributo di esperti locali sul clima e con l’impiego di specie appropriate. I contributi aggiuntivi provvederanno ad un reddito per i residenti locali ingaggiati per piantare e mantenere ulteriori alberi.

I fondatori di Dawa, con l'appoggio di molte persone che hanno a cuore il Tibet ed il suo immenso patrimonio di saggezza e di insegnamenti spirituali, si sono posti alcuni obiettivi ed alcune linee di intervento sul territorio, avvalendosi della collaborazione di operatori specializzati e referenti tibetani nei luoghi interessati.

Con i fondi raccolti da Dawa si è già aperta una clinica: si tratta di un fabbricato restaurato, che è stato completato con le dotazioni di medicinali e l’assistenza di personale qualificato (link di approfondimento e foto). In questa struttura la popolazione è curata in base ai principi della medicina tradizionale tibetana, e vengono preparati antichissimi rimedi a base di erbe locali raccolte manualmente e trasformate di pillole distribuite gratuitamente.

In questi ultimi anni il Monastero principale è diventato un importante centro: ospita 1500 monaci e monache e oltre 400 disabili, anziani e indigenti ricevono cura, cibo e alloggio dai monaci e le monache in diversi monasteri, di cui 165 direttamente presso la sede principale. Nel villaggio adiacente il Monastero vivono circa 2000 persone.

Di conseguenza quello che è sempre stato un problema.. ora è diventata una vera e propria emergenza: l’ACQUA.

L’ACQUA serve per bere, cucinare e lavarsi, ma anche per l’agricoltura, per i lavori edili, per la riforestazione: ora viene raccolta manualmente e trasportata sulla schiena, spesso in condizioni atmosferiche proibitive (siamo a circa 4000 metri di altezza!!). E’ stato progettato un intervento per raccogliere l’ACQUA da 6 piccole sorgenti in 3 grandi vasche di raccoglimento, per poi farla confluire vicino ai fabbricati (link di approfondimento e foto).

Con fiducia che creando cause positive si produrranno effetti positivi, e con profonda gratitudine per aver ricevuto molto dalla tradizione spirituale che ha reso famoso il Tibet in tutto il mondo, ci siamo quindi attivati per sostenere e rendere ancor più efficace l'operato di questi Maestri e operatori coraggiosi, che mirano a realizzare una sorta di "Rinascimento" tibetano.

La millenaria saggezza della tradizione tibetana, la ricchezza di insegnamenti straordinariamente attuali sul piano filosofico, culturale e spirituale, è un patrimonio di risorse che appartiene all'umanità intera e non solo a chi è nato in Tibet e noi, che abbiamo voluto Dawa, desideriamo dare il nostro contributo alla preservazione di questo patrimonio. Abbiamo scelto di farlo attraverso modalità concrete e operative, ispirandoci a quell'etica della compassione e dell'aspirazione al bene di tutti gli esseri che è il fondamento della tradizione originaria del Tibet.

 

indirizzo e-mail : [email protected]

 

COME PUOI AIUTARCI:

>PROGETTO ACQUA<

>AIUTA UN MONACO<

>OSPEDALE<

 

LINKS

vajrayana.it

realizzazione.it

 

 

 

 

 

Associazione Dawa V. Machiavelli 2 – 21052 BUSTO ARSIZIO -VA Codice Fiscale : 90033770125